Notizie

Notizia del 21/06/2003

Rischia gravi forme di stress chi resta senza e-mail

Secondo una ricerca, un blocco di una settimana potrebbe essere più nocivo di un divorzio

Secondo una ricerca condotta in Europa e negli Stati Uniti dai ricercatori di Veritas, periodi in cui non è possibile consultare la propria e-mail portano a situazioni di elevato stress. Questo è dovuto al fatto che tra i manager esiste la percezione che la posta elettronica sia vitale per la propria attività.

I risultati della ricerca hanno dimostrato che, se ci si trova nell’immediata impossibilità di consultare la posta, sono frequenti perdite di pazienza, mentre cinque minuti causano ira. Solamente mezz’ora di blocco della posta elettronica può portare a stati di alterazione, mentre un’ora causa stati di rabbia. Una intera giornata senza posta elettronica causa, nei manager, un senso di pericolo per la prosecuzione del proprio lavoro.

Entro il campione analizzato, quelli che mantengono la calma più a lungo sono i manager inglesi. Infatti, sebbene mantengano la pazienza più a lungo degli altri, dopo un’ora di blocco solo il 17% riesce a mantenere la calma.

Il 37% del campione analizzato ha dichiarato che un blocco della posta elettronica della durata di una settimana potrebbe essere più traumatico di un divorzio o di un trasloco.

Suggerimenti