Notizie

Notizia del 02/05/2013

L'ora esatta ce la dice Galileo

Oltre a dirci dove andare, Galileo, il sistema di localizzazione satellitare europeo, saprà indicarci l’ora esatta: da qualche giorno i satelliti, ora nella fase di test detta in-orbit-validation, trasmettono infatti anche il segnale di tempo con estrema accuratezza.

Galileo, a differenza degli altri sistemi di navigazione, ci dice quindi qual è il Tempo Universale Coordinato - UTC, l’ora ufficiale, sulla quale sono sincronizzati i computer di tutto il mondo. E lo fa con un’accuratezza dell’ordine di 30 nanosecondi. Per sincronizzare il nostro orologio con l’ora esatta potremo quindi fare riferimento al sistema di localizzazione satellitare europeo.

Un nanosecondo – cioè un miliardesimo di secondo - è un intervallo di tempo al di là delle nostre facoltà di percezione. In un nanosecondo un treno a ad alta velocità non si sposta nemmeno di un terzo di micrometro, che equivale a un milionesimo di un metro (1x 10-6m). Ma per le applicazioni di alta tecnologia e per gli esperimenti di fisica fondamentale 30 nanosecondi sono importanti.

La differenza tra il tempo UTC e quello di Galileo viene calcolata presso l’INRIM, di Torino che collabora con l’Agenzia Spaziale Europea al progetto Galileo, fin dai suoi albori.

Suggerimenti