Notizie

Notizia del 10/07/2013

Escherichia coli alleato nella cura contro l'Alzheimer

Potrebbe venire da uno dei batteri che solitamente popola la parte inferiore del nostro intestino, l'Escherichia Coli, un importante aiuto per la cura dell'Alzheimer e di altre malattie neurodegenerative.

Uno studio nato dalla collaborazione dei ricercatori dell’Istituto Superiore di Sanità con quelli del Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie e di Scienze mediche e chirurgiche dell’Università di Bologna, ha scoperto che questo  batterio produce una particolare neurotossina: la CNF 1, che, grazie a particolari meccanismi, interferisce con l’attività infiammatoria che è alla base di disordini mentali come l’Alzheimer, facendola regredire totalmente nei topi che sono stati usati come cavie.  Inoltre, CNF 1 svolge un ruolo fondamentale nel migliorare la coordinazione motoria e i gravi deficit dell’apprendimento tipici della Sindrome di Rett.

La neurotossina va ad agire sulle placche che si formano nelle aree cerebrali e che danno luogo alla neurodegenerazione.  Perchè le speranze possano concretizzarsi si dovranno attendere i tempi per il passaggio dalla sperimentazione animale a quella sull'uomo.

Suggerimenti