Notizie

Notizia del 31/03/2010

Avviate con successo le prime collisioni all'LHC

Sono state avviate con successo per la prima volta al mondo le collisioni di particelle ad una energia di 7 Tera elettron Volt (TeV) dentro l’acceleratore LHC del laboratorio europeo del CERN di Ginevra. Le prime collisioni tra nuvole di protoni avvenute nel tunnel sotterraneo segnano l’avvio di una nuova era della fisica e della conoscenza umana, dalla quale potrebbe nascere una nuova visione dell’Universo.

In questo Nuovo Mondo potrebbero essere osservati il bosone di Higgs, che conferisce la massa a tutto ciò che esiste e addirittura dimensioni aggiuntive dello spazio e del tempo. O ancora manifestazioni impreviste di materia oscura e quelle particelle sconosciute e visibili solo a una energia mai raggiunta prima dall’uomo sulla Terra, come le particelle supersimmetriche come Neutralini, LSP, gluini, squark.

I fisici italiani, attraverso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (presente al CERN con oltre 600 ricercatori) hanno grandi responsabilità in questa impresa. Dopo la nomina avvenuta mercoledì scorso di Paolo Giubellino, provengono infatti dalle fila dei fisici italiani i responsabili dei tre principali esperimenti di LHC: Giubellino, appunto, per l’esperimento ALICE, Guido Tonelli per l’esperimento CMS e Fabiola Gianotti per l’esperimento ATLAS .

Una dimostrazione che esiste nella fisica mondiale una leadership italiana.

Suggerimenti