Super colle naturali

 

 

Le ragnatele costruite dai ragni hanno sempre affascinato l’essere umano per la loro complessità e robustezza, basti pensare a come esse riescano a bloccare in volo insetti lanciati a tutta velocità senza rompersi, diventando nello stesso tempo teatro dello spuntino del fortunato proprietario.

Super colle naturali

Esistono già applicazioni tecnologiche che hanno preso spunto dalla struttura chimica di queste complesse opere naturali ma l’ultima notizia in tal senso è la realizzazione di una colla copiata da alcune sostanze usate dai ragni per tessere le tele che potrà essere utilizzata sia in campo biomedico (ad esempio per curare le fratture) sia in campo industriale e commerciale.
La notizia giunge dai ricercatori dell’Università di Akron, che hanno creato duplicati sintetici dei dischi superadesivi di seta con i quali i ragni attaccano le ragnatele alle superfici.

"In natura questi dischi vengono prodotti dai ragni per saldare tra loro i fili di seta, con altri fili supplementari, come fossero adesivi o graffette", spiega Ali Dhinojwala, professore di scienze dei polimeri dell’Università di Akron a capo del progetto, i cui risultati sono stati pubblicati su Journal of Polymer Science B.
"La geometria di queste strutture crea una forza di adesione molto forte, utilizzando poco materiale".
Tali dischi permettono quindi un’elevata resistenza e un ancoraggio sicuro alle superfici.

Grazie ad un processo denominato elettrofilatura i ricercatori sono stati quindi in grado di ricreare le proprietà superadesive del materiale, incollando un filo di nilon con le fibre elettrofilate.
"Questo design architettonico adesivo unico", dice il ricercatore, "promette potenziali applicazioni nell’area della scienza dell’adesione, e in particolarmente nel campo della biomedicina. Ma oltre alle applicazioni mediche, si possono creare adesivi commerciali molto più forti dei nastri adesivi e delle colle convenzionali, utilizzando pochissimo materiale, e quindi anche con costi limitati".

Ma in quanto a supercolle non sono stati solo i ragni ad essere stati copiati, poiché anche le normali cozze (Mytilus edulis) utilizzano colle naturali con le quali aderiscono stabilmente alle scogliere; come non parlare poi del geco, noti rettili dotati di zampe che permettono loro di camminare su qualsiasi superficie.
La struttura particolare di queste zampe, dotate di migliaia di cuscinetti, ha ispirato la creazione di un rivoluzionario materiale collante ultraresistente e biodegradabile la cui applicazione su un centimetro di superficie potrebbe arrivare a sostenere un peso di ben 300 kg.