Glossario

ipertrofia

L'ipertrofia è l'aumento del volume di un tessuto o di un organo, dovuto all'aumento del volume delle singole cellule che lo compongono.

Un caso molto evidente di ipertrofia è quello che riguarda i muscoli di chi pratica dello sport. Le fibre muscolari che formano i singoli muscoli subiscono, per effetto dell'allenamento, sia un aumento del numero che del volume delle singole miofibrille, dovuto all'aumentata produzione di due proteine particolari, la miosina e l'actina.

Numerosi organi del corpo animale possono subire modificazioni a cauda di fenomeni ipertrofici. La pressione alta, ad esempio, è ritenuta una delle responsabili dell'ipertrofia del ventricolo sinistro del cuore: come conseguenza, il muscolo cardiaco aumenta lo spessore delle sue pareti, diventa meno elastico e fa con maggiore difficoltà il suo lavoro di pompa.

Altre parti anatomiche che comunemente possono subire aumento di volume per ipertrofia sono le tonsille e le adenoidi. Nel sesso maschile ed in età avanzata è comune la prostata ipertrofica.

L'ipertrofia può essere in qualche caso indotta artificialmente. Nelle operazioni al fegato, ad esempio, la chirurgia moderna è in grado di stimolare l'ipertrofia dell'organo: si tratta di una tecnica utilizzata quando una grossa parte del fegato deve essere asportata per cause patologiche e si vuole mantenere una buona funzionalità nella parte che rimane.