Dossier

Le comete: gli astri misteriosi

Un po' di storia

Già 2000 anni fa le comete erano viste come oggetti sovrannaturali. I babilonesi erano molto interessati alla loro osservazione. I cinesi pensavano che portassero squilibri tra Yin e Yan ed hanno incominciato a catalogarle: a seconda della loro forma portavano un presagio diverso.classificazione comete

I greci furono i primi a porsi la domanda di come erano fatte. Pitagora pensava che fossero il medesimo corpo celeste che ciclicamente tornava. Anche Aristotele si era fatto una idea: pensava che fossero esalazioni della superficie terrestre (all’epoca si era convinti che la terra fosse formata dai quattro elementi, terra, fuoco, acqua e cielo), i vapori si incendiavano toccando la sfera del fuoco e formavano le famose scie. Anche gli imperatori, come Augusto erano interessati a questi corpi. Egli interpretò di buon auspicio l’arrivo di una cometa proprio quando fu incoronato imperatore. Era convinto che fosse lo spirito di Giulio Cesare, ed in loro onore fece coniare una moneta.

Dal sedicesimo secolo si inizia a studiarle seriamente. Con Tycho Brahe. Egli osserva il passaggio di una cometa nel 1577, e ne calcola la distanza dalla Terra. Scoprendo che viaggiavano molto lontane dal nostro pianeta, quindi al di fuori della “sfera terrestre”.

Edmond Halley halley scoprì che la cometa che osservava era un corpo che tornava ciclicamente a farsi vedere ogni 76 anni. Da qui il nome alla famosa cometa.

Suggerimenti