Dossier

La terapia genica

L'immunoterapia adottiva mediante modificazione genetica delle cellule tumorali

Risultati incoraggianti sono stati ottenuti da studi su animali nei quali le cellule tumorali venivano modificate ex-vivo mediante l'inserzione di geni codificanti varie citochine e poi reimpiantate nell'animale stesso.

Per tutte le citochine utilizzate le cellule tumorali modificate smettevano di crescere e poi regredivano.

Quando però si sono trattati animali con tumori piuttosto grandi, i risultati si sono rivelati molto meno soddisfacenti.

Ciò nonostante, l'idea di utilizzare le cellule del tumore modificate per farne una specie di vaccino contro il tumore stesso nel paziente ha avuto molta presa e sono state approvate varie sperimentazioni di terapia genica sull'uomo che mirano ad inserire geni di citochine mediante vettori retrovirali nel tentativo di riuscire a trattare un'ampia gamma di tumori.

Suggerimenti