Dossier

La terapia genica

Il trasferimento genico nei linfociti che infiltrano il tumore

Uno dei primi protocolli di terapia genica utilizzava proprio le cellule del sistema immunitario per indirizzare in modo specifico una proteina contro un tumore.

Il gene veicolato codificava per una citochina detta TNF? che veniva indotto nei linfociti infiltranti il tumore (TIL) nel tentativo di aumentarne l'efficacia antitumorale.

La popolazione dei TIL è una normale popolazione di linfociti T che però è capace di trovare gli infiltrati tumorali e di infiltrarvisi, se i TIL fossero in numero sufficiente potrebbero da soli distruggere il tumore.

Già il TNF? da solo ha un effetto tossico verso il tumore, tuttavia il TNF? è molto tossico anche per le altre popolazioni cellulari e la sua iniezione endovena ha notevoli effetti collaterali negativi che hanno appunto fatto pensare alla possibilità di utilizzarlo solo sul tumore mediante l'uso dei TIL come cellule bersaglio.

Purtroppo questo tipo di terapia genica è stato caratterizzato da un'efficienza piuttosto bassa ed inoltre i TIL sembrano regolare negativamente o comunque ridurre l'espressione del TNF?.

Suggerimenti